Benvenuti nel nostro sito web

Nel nostro sito potrete trovare informazioni sulla nostra azienda e le nostre attività. Approfondire meglio cosa facciamo e soprattutto cosa possiamo fare per voi.

Questo sito vi consentirà di conoscerci meglio e di entrare in qualsiasi momento in contatto con noi per ricevere maggiori informazioni.

Pallavolo

La pallavolo (chiamata anche volley, abbreviazione dall'inglese volleyball) è uno sport di squadra che si svolge tra due squadre formate da sei giocatori per ogni squadra. Lo scopo del gioco è realizzare punti in modo che la palla tocchi terra nel campo avversario (fase di attacco), separato da una rete alta 2,43 m nella maschile e 2,24 m nella femminile, e a impedire contemporaneamente che la squadra avversaria possa fare altrettanto (fase di difesa). Ogni squadra ha a disposizione un massimo di tre tocchi per inviare la palla nel campo opposto; i giocatori non possono bloccare, lanciare o trattenere la palla, che può essere giocata solo con tocchi netti. È presente nel programma dei Giochi olimpici estivi dal 1964[1] ed è uno degli sport più praticati. Fonte: www.fcbet21.com

Generalità

Il campo da gioco è di forma rettangolare di 18 × 9 m; una rete lo divide in due metà campo quadrate di 9 × 9 m, ognuna assegnata a una delle due squadre.

Ogni squadra è composta da un massimo di 12 giocatori, di cui 6 titolari; uno dei giocatori può essere designato come libero, che ha la facoltà di rimpiazzare temporaneamente uno dei difensori senza limitazioni sul numero di sostituzioni. In Italia e per alcune competizioni internazionali è consentito iscrivere fino a 14 atleti a referto[2], comprensivi di due liberi.

Iniziamo col dire che, secondo le regole della pallavolo, i ruoli sono 5. Qualsiasi siano gli schemi della pallavolo scelti dall’allenatore, ci sono delle caratteristiche comuni a tutti i ruoli: questi atleti dovrebbero avere preferibilmente una statura elevata, elemento fondamentale per alcune posizioni, come ad esempio lo schiacciatore; poi è importante una buona struttura muscolare che deve essere forte ma allo stesso tempo leggera, per garantire al giocatore la velocità necessaria per spostarsi ed essere sempre efficace in campo. Infine, ogni pallavolista deve avere una buona prontezza di riflessi e un ottimo affiatamento con i compagni di squadra.

La partita si divide in set: una squadra si aggiudica la vittoria di un set al raggiungimento del venticinquesimo punto, purché ne abbia almeno due di vantaggio; in caso contrario, il set prosegue finché una delle due squadre non ottenga i due punti di vantaggio necessari (26-24, 27-25, 28-26, ecc.). La squadra che per prima si aggiudica tre set pone termine alla partita e si aggiudica la vittoria. L'eventuale quinto set (denominato tie break) termina al raggiungimento del 15º punto, sempre con il vantaggio di almeno due punti sulla squadra avversaria.

Oltre alla pallavolo propriamente detta, ci sono differenti versioni adottabili in specifiche circostanze, che possono avere regole simili, ma non identiche, come il beach volley (pallavolo da spiaggia). Se ti piace scommettere dovresti visitare siti come mrxbet, oppure in alternativa buffbet

I ruoli

L’alzatore nella pallavolo
Quello del palleggiatore o dell'alzatore nella pallavolo è il ruolo decisivo per la buona riuscita degli schemi della squadra: è proprio lui, infatti, il regista, colui che riceve i palloni dai difensori e che ha poi il compito di smistarli agli schiacciatori, definendo di volta in volta l’attacco. Questo è un ruolo da leader: l’alzatore, non a caso, spesso studia con il tecnico le migliori strategie di gioco. Fonte: www.bet2u.me

Lo schiacciatore centrale nella pallavolo
Lo schiacciatore centrale nella pallavolo, spesso detto anche semplicemente "centro", è un ruolo di grande potenza, in quanto deve schiacciare e portare a buon fine l'azione d’attacco, ma è anche un ruolo di difesa: è proprio lo schiacciatore centrale, infatti, che va a muro più spesso degli altri e che deve dunque essere anche veloce negli spostamenti, oltre che nell’interpretare l’azione, per riuscire a fare sempre la mossa giusta al momento giusto. Fonte: www.betmaster.me

Lo schiacciatore opposto nella pallavolo
Lo schiacciatore opposto è il ruolo che nelle posizioni della pallavolo si trova, appunto, diametralmente opposto al palleggiatore. Chi ricopre questo ruolo deve essere rapido e versatile, perché deve essere in grado di difendere a muro e di attaccare, schiacciando dalla seconda linea, quando l’alzatore cambia gioco per qualche motivo e non passa la palla al centrale. Questo è uno dei ruoli della pallavolo dove è preferibile essere mancini, affinché si possa attaccare facilmente dalla zona due in tutti i punti del campo avversario. Fonte: www.22bet.icu

La difesa

I ruoli della pallavolo che hanno il compito di difendere il campo della propria squadra sono essenzialmente due, quello dello schiacciatore laterale, detto anche banda, e quello del libero. Vediamoli nel dettaglio.

La banda nella pallavolo: lo schiacciatore laterale
Laterale, martello, schiacciatore-ricevitore, schiacciatore laterale: questi sono i tanti nomi usati per indicare la banda nel volley, il ruolo più complesso e faticoso. Per poterlo ricoprire occorre una padronanza tecnica completa, in quanto è richiesta sia la capacità di ricevere, anche in prima linea, che quella di attaccare. Essendo praticamente impossibile riuscire a essere perfetti in entrambe le cose, di solito gli allenatori schierano un laterale specializzato nella ricezione e uno specializzato nell’attacco.

Il ruolo del libero nella pallavolo
Tra tutti i ruoli della pallavolo, quello del libero non è solo di primaria importanza ma possiede anche delle peculiarità che lo rendono diverso da tutti gli altri. Quelle di difesa sono le uniche posizioni della pallavolo occupate dal libero, in quanto è un ruolo specializzato nella ricezione: da regolamento, infatti, il libero non può andare in battuta, non può andare a muro e non può concludere un’azione d’attacco colpendo la palla sopra la linea della rete. Il libero è di solito il giocatore di statura più bassa, caratteristica che gli consente di essere più agile e veloce nella ricezione. Di solito, inoltre, sostituisce il giocatore che va in battuta per poi rientrare al suo posto non appena il compagno torna in posizione.

Questi sono, in linea di massima, i ruoli nella pallavolo, ognuno caratterizzato da specifiche mansioni e tattiche di gioco, soggette poi a variazioni a seconda degli schemi della pallavolo adottati da ogni singolo allenatore. Fonte www.bookmakersstranieri.com